Arte1misia: proviamolo! Let me try it!

I'm here to


Share
Follow
Unfollow
Reblog
Like

So what do I do here? I Re/blogging my favorite photos, sharing stuff with followers, tagging, and more of those in that way I take a break :-)

I am enjoying myself, having a good time on tumblr because you don't die to know if someone is reading me. It's interactive but not all that much. Fair enought. I'm a bit asocial too!



Condivido
Seguo
Non seguo più
Reblog(go?)
Mi piace

ovvero che faccio qui? Beh, salvo e ribloggo le mie foto preferite, le condivido con chi mi segue, aggiungo la tag e mi rilasso
:P
Nell'attesa su tumblr mi diverto forse perchè non è un blog in cui senti il muschio crescere prima di sapere che c'è qualcuno che ti legge! E' interattivo MA non troppo. Il giusto! Perchè un minimo asociale lo sono!
Posts I Like
I Follow
Posts tagged "photography"

hfgl:

Tango in the East End, London photo by Thurston Hopkins, 1954

Ooooleeeeè (o qualsiasi cosa di dica per il tango!!) :-)
I am happy!

(via curiositasmundi)

Ilse Moore

Alexander Ptitsyn
Siberian Oil

Leonard Freed

frenchtwist:

via hoodoothatvoodoo:

Eye in Keyhole by Irving Penn 1953

artemisdreaming:

Amnios

Eric Ceccarini HERE

firsttimeuser:

Balloon dancers, trained by Miss Ethel Hunt, 1932

Ecco sono felice adesso, Vaffanculo mi hai rotto il cazzo!!!

davidliu:

David Liu | 2 April 2012

From the canvas to the cinema.

The Orator (Magnus Zeller, c. 1920; oil on canvas)

Metropolis (Fritz Lang, 1927)

Triumph of the Will (Leni Riefenstahl, 1935)

As a key figure in German Expressionism, Magnus Zeller went on to influence film…


Com’è nato il progetto Horror Vacui?

Volevo realizzare un lavoro sulla crisi, dato che oggi tutti ne parlano e tutti ne soffrono. Volevo analizzare quella che secondo me e’  la forma di crisi più’ terribile: quella di identità.
Partendo dal gioco di parole “Horror Vacui” (dal latino “paura del vuoto”) ho immaginato le icone del male degli anni ’80 invecchiate e conseguentemente spogliate della loro aura di malvagità.
Il tempo le ha cambiate, o sono io che col tempo non riesco più a riconoscerle?

jonathanmkane:

slow dissipation 
© Jonathan Kane 

jonathanmkane:

slow dissipation 

© Jonathan Kane 

zuppadivetro:

morbido:

René Magritte by Bill Brandt.

-

(via onepercentaboutanything)